Posizioni del TA

Posizioni di base del Training autogeno
Prima di assumere qualunque posizione, meglio accertarsi di non avere cinture o reggiseni che stringono, e in tal caso allargarli. Togliere gli occhiali e, volendo, anche le scarpe per aiutarci ad essere più comodi e coi piedi rilassati.
POSIZIONE SUPINA
È la posizione più comoda, basta sdraiarsi su un materassino, con un cuscino sotto la nuca, le braccia lungo il corpo, le mani coi palmi rivolti verso il basso, i piedi lasciati cadere esternamente, rilassati.
POSIZIONE SEDUTA
La posizione migliore si ottiene sedendosi su una poltrona con lo schienale alto, che permette di appoggiarvici la testa, e dei braccioli su cui appoggiare comodamente le braccia.Le gambe devono essere leggermente aperte.
Se si ha a disposizione una sedia, possiamo appoggiare lo schienale al muro e appoggiarvici la testa, e appoggiare le braccia sulle gambe, oppure assumere la posizione del cocchiere.
POSIZIONE DEL CASSETTIERE
Quando si usavano le carrozze, era la posizione tipica di chi guidava i cavalli, stando sulla cassetta. Ci si siede senza appoggiare la schiena, e ci si abbandona verticalmente, insaccandosi, cioè incurvando la schiena e facendo penzolare il capo in avanti/basso. Il peso viene così sostenuto dalla colonna vertebrale. Le braccia possono abbandonarsi sulle gambe. In questa posizione i cassettieri riuscivano anche ad addormentarsi, lasciando ai cavalli il loro lento proseguire su strade lunghe e dritte. È sicuramente una posizione più difficile e scomoda, soprattutto per chi ha problemi alle vertebre cervicali o soffre di tensione ai muscoli cervicali, alla quale però ci si può abituare con l’allenamento.