Esercizi di Base

Esercizi di base del training autogeno (TA)
Il TA consta di una serie di esercizi, introdotti dalla Calma, che fa da contenitore a tutti gli esercizi successivi. La CALMA, che viene richiamata dalla formula “sono perfettamente calmo, si raggiunge innanzitutto mettendosi in una posizione comoda (vedi posizioni del TA), ascoltando il proprio corpo e sentendo se è comodo, scomodo, e se ogni muscolo è teso o rilassato (a partire dal viso, dalla nuca, dai muscoli oculari, dalla bocca, petto, braccia, mani, dita, e avanti così fino ai piedi) e lasciando andare i pensieri (meglio non cercare di dirigerli, ma immaginare di essere “spettatore” dei propri pensieri, come se ci passassero davanti, e li lasciassimo andare come se non ci appartenessero.
Raggiunta la calma, gli esercizi del TA sono:
1. PESANTEZZA. Serve a distendere tutti i muscoli motori, aiuta quindi per tutti i problemi legati alle tensioni muscolari, dalle contratture al mal di testa detto cefalea muscolo-tensiva.
2. CALORE. Sentire il calore su tutto il corpo per mezzo della concentrazione porta a una vaso dilatazione che permette di allenare i vasi sanguigni, irrorando maggiormente e apportando ossigeno a tutte le parti del corpo. Questo esercizio aiuta ad entrare maggiormente in uno stato di calma e rilassatezza, migliorando i problemi circolatori, di pressione arteriosa ecc.
3. CUORE. Ascoltare il battito del proprio cuore permette di entrare maggiormente in contatto con sè stessi e con un organo fondamentale per la vita e simbolicamente legato alle emozioni.
4. RESPIRAZIONE. Come per il cuore, la richiesta in questo esercizio è di ascoltare il proprio respiro, entrandoci in contatto, non cercando in nessun modo di influenzarlo. Ci‹ograve permette, dopo aver lasciato andare i propri pensieri, aver rilassato i muscoli e aver scaldato piacevolmente il proprio corpo, e dopo aver sentito il proprio cuore che batte, di trasferire la calma e la distensione in modo immediato anche al respiro, migliorando ulteriormente l’ossigenazione del sangue e conseguentemente degli organi interni.
5.PLESSO SOLARE CALDO. Il plesso solare è il più grosso fascio di nervi addominali, e si trova sulla parte posteriore della parete dell’addome, più o meno a metà strada tra l’ombelico e lo sterno. Riscaldarlo permette di rilassare gli organi addominali, con notevole beneficio per vari disturbi quali colon irritabile, stipsi, problemi digestivi ecc.
6. FRONTE FRESCA. Sentire una sensazione di fresco alla fronte produce una vasocostrizione cerebrale che permette di migliorare il mal di testa e i disturbi dati dalla congestione nasale, come la sinusite.